Accedi

Recuperare la parola d'ordine



Ultimi argomenti
» I berlinesi
Sab Mar 15, 2014 10:17 am Da berlinese

» molti dubbi
Lun Gen 27, 2014 7:46 pm Da AuroraShg

» Ciao a tutte!
Lun Gen 27, 2014 7:35 pm Da AuroraShg

» ginecologi e affini (info per impreparata)
Lun Set 09, 2013 6:44 am Da Simona

» REGALO ED IMPRESTO.. la seconda!!
Mar Giu 25, 2013 8:26 pm Da kashilia

» steiner e il gioco, o meglio: bambole Waldorf
Ven Mar 01, 2013 1:06 pm Da GnomoAllegro

» Caricare foto nell'album personale...
Lun Feb 04, 2013 5:58 pm Da AleAle

» fascia estiva per neonati
Mer Gen 23, 2013 6:51 am Da Simona

» Per le future mamme: cosa comprare? (e cosa è inutile?)
Mar Gen 22, 2013 4:33 pm Da PasPantou

Statistiche
Abbiamo 145 membri registrati
L'ultimo utente registrato è wendcole

I nostri membri hanno inviato un totale di 2014 messaggi in 267 argomenti
Chi è in linea
In totale ci sono 1 utente in linea :: 0 Registrato, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo degli utenti in linea è stato 26 il Mer Apr 29, 2015 2:39 pm
Flusso RSS

Yahoo! 
MSN 
AOL 
Netvibes 
Bloglines 


Navigazione
 Portale
 Forum
 Lista utenti
 Profilo
 FAQ
 Cerca
Bookmarking sociale
Bookmarking sociale Digg  Bookmarking sociale Delicious  Bookmarking sociale Reddit  Bookmarking sociale Stumbleupon  Bookmarking sociale Slashdot  Bookmarking sociale Furl  Bookmarking sociale Yahoo  Bookmarking sociale Google  Bookmarking sociale Blinklist  Bookmarking sociale Blogmarks  Bookmarking sociale Technorati  

Conserva e condividi l'indirizzo di HARD CORE DE MAMMA sul tuo sito sociale bookmarking

Conserva e condividi l'indirizzo di HARD CORE DE MAMMA sul tuo sito sociale bookmarking

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Dicembre 2016
LunMarMerGioVenSabDom
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Calendario Calendario

I berlinesi

Sab Mar 15, 2014 10:17 am Da berlinese

Ciao a tutte! Sono fresca fresca di iscrizione e voglio presentarsi, come si confà quando si conosce un nuovo gruppo di persone: ho 26 anni e vivo a a Berlino da due. Sono sposata da 7 mesi e da tre mesi e mezzo sono mamma di uno splendido bimbo con gli occhi grandi e, probabilmente, verdi. Il quarto membro della nostra famiglia è una cagnolina bianca e nera molto dolce e buffa.
Il forum mi è …

[ Lettura completa ]

Commenti: 0

molti dubbi

Lun Gen 27, 2014 7:46 pm Da AuroraShg

E' il mio primo bimbo e sono nel pallone! !!!!!
Non so niente ...ed. ho tante domande che mi trullano nella mente!
Cosa e' meglio parto in ospedale o in clinica?
Cosa dovrei realmente comprare? ...Serviranno tutte ?
Come faro' una volta a casa con ilmio/a bimbo/a???
Sarò in grado di essere una buona Mamma?


Sono nel panico dalla felicità! !!!

Commenti: 0

Ciao a tutte!

Lun Gen 27, 2014 7:35 pm Da AuroraShg

Ciao a tutte,
Mi chiamo Aurora e sono di Roma.Ho 21 anni.
Vivo in Sicilia e sono incinta di 2 mesi....Smile

Commenti: 0

Caricare foto nell'album personale...

Mar Gen 29, 2013 5:32 pm Da AleAle

Buonasera! Esattamente una settimana fa nasceva il mio piccino... Smile Smile che vorrei farvi vedere!! Ma, saranno gli ormoni in fuga dal mio corpo, mica sono riuscita a capire come caricare le foto! Ho creato un album personale, ma non capisco da dov'è che posso caricarle...mumble mumble... help!! Very Happy

Commenti: 2

Ciao a tutte!!!

Lun Nov 05, 2012 10:11 pm Da Mamma fra

Ciao a tutte sono Francesca,
mamma di Giovanni 14 mesi!
Abito a Roma e lavoro tutto il giorno... Mi sembra sempre troppo poco il tempo per stare con il mio bimbo!!!
Vorrei condividere con voi dubbi e incertezze quotidiane... non sono ancora riuscita a togliergli la poppata notturna...
Prende ancora la 'tetta' per dormire e la notte!!!non riesco a toglierla, forse perché mi sembra una coccola!


[ Lettura completa ]

Commenti: 4

mi presento

Sab Gen 05, 2013 11:47 am Da monella2011

mi chiamo lory, ho 32 anni e 3 figli: marco (12), angelo (9) e simona (1). Con Simona ho rivoluzionato il modo di essere mamma, grazie all'allattamento al seno (marco ha preso il bibe dalla nascita, angelo dai 2 mesi) a oltranza, che mi ha fatto capire molti errori del passato e le reali esigenze dei piccolissimi. Con la piccola, facciamo EC da quando aveva 2 mesi, usciamo con la fascia …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2

Ci sono anch'io! mamma emigrata!

Sab Dic 01, 2012 12:33 am Da amomamma9

Ciao a tutte!!! Oggi sto scoprendo tanti bei blog, forum, siti e soprattutto mamme al caso nostro!
Allora: userò il termine preferito dalla creatrice! KOALA!
Anche io sono una mamma Koala!

se volete seguirmi, ho appena iniziato l'esperimento di un blog
[CHE NON MI FA INSERIRE pirat ]


Io ho 23 anni tra una settimana, un cucciolo capellone di 21 mesi tra una settimana e... tanta voglia di fare amicizia!

uh! dimenticavo il …

[ Lettura completa ]

Commenti: 1

ciao a tutte!

Gio Apr 12, 2012 8:50 am Da alessia

Ciao a tutte
mi chiamo Alessia, ho conosciuto Hard Core De Mamma tramite il blog di Nicoz che seguo da tempo infinito.
Sono incinta di 7 settimane, abbastanza a sorpresa, se così si può dire. Ho 33 anni, vivo a Roma da pochi mesi, mi sono trasferita qui dopo il matrimonio, sono di Milano. Sto benissimo qui, ma sono discretamente in panico, non ho nemmeno un ginecologo!
Ce la posso fare :-)




[ Lettura completa ]

Commenti: 1

Eccomiiiiiii

Gio Set 20, 2012 1:40 pm Da firsa

Piacere di presentarmi. Sono Ilaria, sono mamma di Chiara di 2 anni e 3 mesi quasi. Abito in provincia di Bologna.
Mi fa piacere aver incontrato questo forum, voglio sentirmi libera di dire che sto ancora felicemente allattamdo la mia piccola, senza che qualcuno strabuzzi gli occhi e cominci a giudicarmi Suspect
A parte mio marito ho il mondo contro, non vi dico che rompimento di .... …

[ Lettura completa ]

Commenti: 2


Non sei connesso Connettiti o registrati

dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci?

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso  Messaggio [Pagina 1 di 1]

1 dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Mer Giu 22, 2011 10:59 am

ciao ragazze...
come cambiano i bimbi dopo l'anno????
certo vogliono fare di più e ....
insomma michele ora vuolesalire su i tavoli!!! certo io lo capisco .. ama arrampicarsi, vedere da nuovi punti di vista.. sperimentare.. ma.... fino a che punto lo devo lasciare libero???
quando gli devo mettere limiti?! io sono per assecondalo nelle sue esigenze, ma inizio a rendermi conto che sto sbagliando qualcosa..
come si fa a fargli capire che certe cose (come bagnarsi totalmente alla fontanella del parco...)sarebbe meglio non farle?! considerando che a 13 mesi.. "sono l'esperienza che sto facendo!"
forse vorrei evitargli la frustrazione, non sopporto sentirlo piangere..
Nicoz. Simona.. KAshilia.. e tutte coloroi che ci sono o stanno passando.. raccontatemi la vostra esperienza.....
grazie!!!!

Vedere il profilo dell'utente

2 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Gio Giu 23, 2011 7:36 am

ciao, anche emma amava arrampicarsi sul tavolo, con gli spigoli di ferro, noi abbiamo cercato di insegnarle che certe cose si fanno con mamma e papa' e nn da sola, nn e' stato facile, ha dato certe capocciate ... noi quando lo faceva da sola ci facevamo sentire, senza strillare, in disaccordo, dispiaciuti e quando magari si faceva male le dicevamo semplicemente: te l'avevo detto che questa cosa si fa solo con mamma e papa'. e devo dire piano piano ci siamo riusciti anche per altre cose. Per quanto riguarda il pianto io e il papa' nn lo abbiamo mai sopportato troppo quindi quando lo faceva (devo dire raramente) o la lasciavamo fare,sentendoci delle merdine, e cmq nn e' mai durato troppo tipo crisi isterica oppure cercavamo di spiegarle il motivo , povera creatura l'abbiamo rincoglionita di chiacchiere Razz
spero di esserti stata un pochino utile.
p.s. in che senso frustrazione?

Vedere il profilo dell'utente

3 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Gio Giu 23, 2011 7:38 am

ciao, anche emma amava arrampicarsi sul tavolo, con gli spigoli di ferro, noi abbiamo cercato di insegnarle che certe cose si fanno con mamma e papa' e nn da sola, nn e' stato facile, ha dato certe capocciate ... noi quando lo faceva da sola ci facevamo sentire, senza strillare, in disaccordo, dispiaciuti e quando magari si faceva male le dicevamo semplicemente: te l'avevo detto che questa cosa si fa solo con mamma e papa'. e devo dire piano piano ci siamo riusciti anche per altre cose. Per quanto riguarda il pianto io e il papa' nn lo abbiamo mai sopportato troppo quindi quando lo faceva (devo dire raramente) o la lasciavamo fare,sentendoci delle merdine, e cmq nn e' mai durato troppo tipo crisi isterica oppure cercavamo di spiegarle il motivo , povera creatura l'abbiamo rincoglionita di chiacchiere Razz
spero di esserti stata un pochino utile.
p.s. in che senso frustrazione?

Vedere il profilo dell'utente

4 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Ven Giu 24, 2011 12:20 pm

grazie..
però rimango un pò confusa anche per quelo che riguarda le relazioi con gli altri..
dvo aver letto troppi libri su età e tappe di sviluppo dierse che mi è andato in pappa il cervello!!!
insomma credo che gli atteggiamenti da assumere tra un bimbo di1 e uno di 2 03 anni siano dfferenti... (solo che sono preparatissima -più o meno- su quelli non dell'età doi mio figlio!!!)
allora.. sono convinta che bisogna dare libertà, anche nel rapporto con gli altri, che se dei bambini sono al parco devoo gestire un pò i rapporti tra di loro..
certo.. ma da che età? è giusto che io lasci interagire il mio bimbo di un anno con quelli di due o più per la lotta alla conquisa di un gioco "loro".. stando o in disparte e magari ascoltando l altre mamme che interevengono dicedo.. " lascialo giocare,, è piccolo,, prestaglielo,, oppure non te lo prende, non è tuo.... " etcetc..
oppure secondo un ottica montessoriana cercare di spiegare che un oggetto se lo sta usando un altro bambino glielo si deve lasciare e aspettare il proprio turno.. (certo però non capisco se questo atteggiamento vada usato anche da piccoli... perchè a me sembra più indcato quando i bimbi sono un pochino più grandi... ad un ano penso che rischierei di stargli dietro in continuazione, .. gli riempirei la testa di parole e nonlo lascerei libero di esprmersi...)
penso che ad un anno loro non hanno ancora il concetto di attesa.. di possesso.. etcetc..

scusate!!! sono stata abbastanza confusa.. ma sto cercando di fare un pò di ordine.... Neutral

p.s. per frustrazione intendo impedire di fare qualche cosa che in realtà potrei concedere e ch anzi sarebbe corretto lasciare fare permettendo così uno viluppo migliore (cgnitivo e fisiologico)del bambino.
nel caso specifico del tavolo penso che voleri arrampicare sia sperimentare la loro forza, la loro sempre più grande autonomia e capacità, vedere il mondo da altri punti di vista, sperientare il pericolo ,l'altezza, cio che non si può proprio fare (non perche lo dicono mamma e papà.. ma perchè fisicamente imossibile)comescender senza unasedia sotto...

per frustrazione intendo che lui si sent bloccato nel suo sperimentare ..

si lo so mi faccio un sacco di pare! What a Face Rolling Eyes Rolling Eyes

grazie ragazze di ascoltare i miei sproloqui...

Vedere il profilo dell'utente

5 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Sab Giu 25, 2011 6:43 am

Col rapporto con gli altri bimbi nn so' come aiutarti, poiche' emma si e' sempre ritrovata a fare la "succube" con i bimbi piu' prepotenti, all'inizio non gli davo troppo importanza pensavo che fossero cose tra bimbi ma mi sono ricreduta quasi subito, vedendo che le altre mamme nn dicevano niente e che la mia gnappetta, anche nn rimnendoci troppo male, si ritrovava a giocare con quello che capitava,e poi me vengono a di': certo e' proprio educata emma, o vedi emma e' una bambina tranquilla ... scusa sfogo personale lasciamo sta'.
io di libri nn ne ho letti, solamente manuale d'istruzione di kuhn e borgenitcht sia bebe' che i primi passi.
scusa ma so un po rincoglionita che l'unico momento che ho per scrivere e' la mattina , ci puo' salire sul tavolo o no? Smile

Vedere il profilo dell'utente

6 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Sab Giu 25, 2011 11:51 am

sul tavolo l'ho fatto salire quando era vuoto e non c'era nulla sopra,poi ho cercato di dirgli che quando ci sono le cose sopra non ci si può salire.. ma chiacchere a parte ho spostato la poltrona che usava per arampicarcisi.. e per ora fortunatamente non sale sulle sedie,--
spero che quando ci salirà avrà acquisito un pò più di sicurezza e sano buon senso.. ahahah
io quello che hai letto tu non lo ho mai sentito.. di che parla?

Vedere il profilo dell'utente

7 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Dom Giu 26, 2011 7:28 am

http://www.amazon.it/distruzioni-risoluzione-problemi-installazione-manutenzione/dp/8874967136

questo e' quello per bebe' ora sto leggendo questo:

http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__primi-passi-manuale-istruzioni.php

diciamo che "piu' o meno" e' in linea con il nostro tipo di educazione, piu' che un libro vero e proprio sembra proprio un manuale.

Vedere il profilo dell'utente

8 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Lun Giu 27, 2011 11:52 am

Grazie!!
ora gli do un occhiata in biblioteca..
anche se devo ammettere ch sono un pò scettica sui libri che propongono "la soluzione" i manuali, anche e sopratutto se in maniera umoristica..
...
....
tu come lo hai trovato?

Vedere il profilo dell'utente

9 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Lun Giu 27, 2011 6:38 pm

Forse e' un po' "militare", e non e' che seguiamo proprio quello che dice, anche perche' con emma non e' che ce ne sia molto bisogno per ora, le basta che le dici le cose con un tono un po' serio e lei diciamo ti ascolta, il libro proprone anche il ceffone, pero' solo in casi estremi, tipo attraversa la strada da solo pero' quello che mi piace e' che non ti dice se fa questo tu fai .. ma potresti fare questo o quello per esempio dello schiaffo dice: alcuni utenti potrebbero aderire all'idea dello schiaffo sarebbe piu' appropriato farlo quando .... poi diciamo che noi stiamo usando piu' un'educazione "popolare" Razz

Vedere il profilo dell'utente

10 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Mar Giu 28, 2011 11:19 am

Ciao Ilary, l'argomento secondo me è molto complesso, e non ho soluzioni perché ci sono dentro fino al collo e non sono per niente convinta di fare le cose come andrebbero fatte: spesso qualche atteggiamento funziona ma non mi piace, oppure quello che ritengo più giusto e rispettoso non sortisce effetti. Sono anche io incasinatissima perché il pupo giorno dopo giorno (ora ha 20 mesi) mi sta tirando fuori un caratterino niente male, e tremo al pensiero dei cosiddetti "terrible twos", perché cosa ci può essere più di questo? Ti dico solo che mi trovo a rimpiangere - vergognandomene - il periodo di quando era bebè e pacioccone e tutto era più semplice e anche io mi sentivo una mamma molto più in gamba. Ma lasciamo stare gli sfoghi personali e andiamo nel dettaglio.
Arrampicarsi: la passione di mio figlio. Dopo aver constatato che tutti i nostri tentativi di impedimento, dolci o più severi, andavano a vuoto, l'abbiamo semplicemente lasciato fare, sotto la nostra supervisione. Devo dire però che in questo ci aiuta la particolare prudenza, una sorta di buonsenso istintivo, di mio figlio. Vale a dire che ci sono cose abbastanza pericolose che lo attirano ma che percepisce come tali, e non fa mai da solo. Tu sei proprio sicura che tuo figlio scenderebbe dal tavolo senza una sedia sotto? Prova a vedere che fa, ovviamente a una distanza da acchiappo al volo Wink Anche la sorveglianza a distanza funziona abbastanza bene: diciamo che la casa è più o meno bonificata nel senso delle sue esigenze e si muove liberamente, ma di solito sta sempre in una stanza dove siamo io o il papà, e se lo fa possiamo star certi che sta facendo qualcosa che non deve; per andare sopra c'è un cancelletto, ma se resta aperto non sale quasi mai da solo (sarà successo due o tre volte). Ho notato in generale che quando sviluppa un'ossessione per qualcosa il modo migliore per neutralizzarla è lasciargliela fare: è il caso anche dei coltelli, che abbiamo provato in tutti i modi a non dargli, ma è un po' difficile nella quotidianità non fargli vedere, quindi dopo pianti di disperata frustrazione glieli abbiamo semplicemente fatti maneggiare, mimando il male che può fare la lama (mimare il dolore funziona pure con le cose che scottano), e ora l'interesse sembra scemato, della serie "vabbè, un aggeggio da cucina come un altro".
L'interazione con altri bambini al parco: anche se con noi ha un bel caratterino, ho notato che subiva un po' i soprusi dai coetanei, ma ora sta un po' cambiando: prima se era lui a toccare le cose degli altri e questi sbraitavano lasciava perdere, e spesso non reagiva nemmeno se gli prendevano i suoi o addirittura gli strappavano la pizza o il biscotto dalle mani. Ora invece se qualcuno gli toglie qualcosa di prepotenza si incazza di brutto, se lo riprende e me lo porta perché lo metta al sicuro, ma se qualche bimbo mostra un interesse discreto per qualche suo gioco è lui che glielo offre. Comunque il capitolo parco per me è il più complesso perché sono sempre combattuta fra il desiderio di non immischiarmi e le aspettative sociali delle altre mamme. Cerco di intervenire solo se il bimbo defraudato o sua madre mi sembrano particolarmente infastiditi.
Per quel che riguarda la frustrazione in generale, anche io ne sono dispiaciuta e cerco di evitargliela quando posso, ma credo che in una certa misura sia inevitabile e che certe "crisi" siano delle piccole dolorose tappe della crescita. Tu però accenni sopra a cose che in realtà potresti concedere: perché non lo fai? Io non ho letto moltissimi libri di puericultura, però Besame Mucho di Gonzalez è davvero un bel libro e mi ha aperto gli occhi su una serie di atteggiamenti che noi mamme teniamo perché oramai socialmente acquisiti, ma che non hanno molto senso, anzi sono spesso irrispettosi. Gonzalez sottolinea l'importanza del "cedere", il famigerato "dargliela vinta". Anch'io spesso di fronte alle crisi di pianto di mio figlio, al capriccio, a volte avrei voluto cedere per farlo smettere, pensando "in fondo che succederà mai se lo lascio fare questo", ma ero frenata dal timore che da quel momento in poi lui avrebbe capito che più forte urla, più ottiene. Il libro ti fa invece riflettere sul fatto che ottenendo quello che vuole, anche con la forza delle urla e del pianto (che sono le sole argomentazioni del bimbo piccolo), il bambino sta sperimentando la sua possibilità di agire sulla realtà, di poter decidere qualcosa su cui magari gli altri non sono proprio d'accordo. Se ci riflettiamo, infatti, la parola che il bambino sente di più durante il giorno è "no", e tutto quello che fa gli viene concesso da un'autorità che sola stabilisce ciò che è lecito e ciò che non lo è. Cedendo ogni tanto su cose su cui possiamo cedere, loro aumentano la fiducia nelle proprie capacità decisionali, e non è vero che noi perdiamo autorità, o forse sì, ma vogliamo essere le autorità o le guide? Forse è meglio preferire l'autorevolezza all'autorità.
Il principio ispiratore in caso di crisi, poi, dovrebbe essere per tutti che lasciare piangere un bambino senza tentare di consolarlo è crudele. Però questo è più facile per coloro i cui figli non sono colti da "possessioni" come il mio. Nel nostro caso, a volte capita che se non sono abbastanza pronta nel distrarlo, la frustrazione raggiunge un punto di non ritorno, ed è impossibile consolarlo, anzi, ogni tentativo peggiora le cose. E così mi ritrovo, spesso anche fra gli sguardi sbigottiti della gente per strada, ad osservare mio figlio che si contorce per terra fra le urla, e ad aspettare che giunga quella nota più lamentosa che mi indica che è arrivato il momento di prenderlo in braccio, dargli un po' di baci e portarlo a fare qualcos'altro.
Aggiungo solo un'amara conclusione a questo sconfinato pippone che ho scritto: i buoni propositi sono tanti, ma di fronte a un bambino con cui alcuni giorni è motivo di conflitto qualsiasi cosa, arrivano ahimé anche i momenti in cui sono sopraffatta e mi scappa l'urlaccio...

Vedere il profilo dell'utente http://tarallucciellatte.wordpress.com/

11 Re: dopo l'anno.. esigenze..cambi..capricci? il Mer Lug 06, 2011 12:21 pm

sisisi... la penso anche io così..
per il tavolo in realtà aspettava che io fossi vicina a lui per saltare giù in modo che lo prendessi..
invece da mobili più bassi si è fatto le sue cadute.. perchè inciampava o altro...
al parco invece se ha a che fare con bimbi della sua età va tutto abbastanza bene .. mentre se sono più grandi tipo tre anni ... ... è più difficile il rapporto.
forse perchè da un lato ci sono le mamme che iniziano.."non fare questo, presta quello, non te lo prende.....etcet.." e forse si aspettano che anche tu dica qualcosa...
si aspettano che tuo figlio non prenda i giochi degli altri..
e da un lato, non per una questione di proprietà, ma di rispettpo per l'attività degli altri.. va anche bene...
ad esempio nelle scuole montessori cè un materiale unico e i bambini se lo vogiono utilizzare devono aspettare che il compagno abbia terminato di usarlo.. però si parla di bimbi di minimo tre anni..
insomma ciò che faccio fatica a capire è da che età si può iniziare a far capire certe cose..
uno può dire.. da subito basta dirgliele.. ma non vorrei riempirgli la testa di parole o continuare a rincorrerlo per dirgli no cos' no cosà o nel migliore dei casi.. aspetta che il bimbo abbia finito.. etcetc..
insomma poi mi vivrebbè come .. ma che balle questa sempre tra i piedi..
però non voglio neanche mancare di dargli un aiuto nella comprensione delle cose e della vita..
uffffff no????
io ho notato che nei libri ci sono varie metodologie ma sono in scala .. per esempio questo
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__amarli-senza-se-e-senza-ma.php
è molto bello anche se un pò poco pratico ed è contro ogni tipo di punoizione o premio.. ti fa capire l'importanza delle parole azioni e le conseguenze
poi c'è questo
http://www.libreriadelsanto.it/libri/9788821565847/disciplina-un-gioco-da-ragazzi.html
che a parte essere molto più pratico e fornire esempi, è sulla stessa filosofia del primo e ammette la riparazione come atto di comprensione
poi ci sono altri che però mi sono rifiutata di leggere, anche solo per conoscenza, perchè dopotutto ciò che leggiamo influenza la nostra mente e ci fa vedere una realtà che magari noi vediamo come deviata più giusta e reale.. solo perchè uno pensa " se ci scrivono dei libri,se tanta gente li legge e tanta ne utilizza i metodi vuol dire che non fà poi cosìmale.:" che ammettono sgridate punizioni etcetc...
poi c'è questo che è veramente corto e bello ed è fatto dagli scritti di Mère e Sri Aurobindo (fondatori di Auroville, comunità indiana) e parla del babino come entità e persona da rispettare. di ciò che gli si dovrebbe insegnare profondamente e di cme mettersi in relazione e del suo potenziale.. c'è una storiella dentro "il dono della comprensione. la fiducia dll'infanzia è una cosa fragile.può essere conservata o distrutta in un attimo." che mi ha quasi fatto venire le lacrime...
e poi c'è n capitoletto "Mai sgridare un bambino".. facile è....!!?? cyclops

Vedere il profilo dell'utente

Contenuto sponsorizzato


Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto  Messaggio [Pagina 1 di 1]

Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum